Seleziona una pagina
Presidente Nazionale

Informaperitivo, per tenervi compagnia anche in spiaggia

Denis Nesci

È arrivato finalmente il momento di staccare un po’ la spina e godere, per chi può, di qualche giorno di relax. Le notizie che si diffondono in questi giorni non fanno sicuramente ben sperare i vacanzieri che hanno deciso di prenotare per mete europee, sono infatti molti i voli annullati a causa dei contagi che ora stanno aumentando sulle tratte internazionali, la speranza è che, nel rispetto delle regole, si riesca a partire per respirare almeno un po’ l’aria di normalità di cui abbiamo bisogno.

Tutti coloro che hanno deciso di rimanere in Italia e si recheranno al mare o in montagna potrebbero essere protagonisti del nostro “InformAperitivo”, un nuovo format basato sulla digitalizzazione che ci vedrà impegnati anche in estate, finalmente all’aperto tra la gente, restituendoci quel contatto con i cittadini che tanto ci è mancato. L’iniziativa fa parte delle attività promosse nell’ambito di Digital Future, un progetto di promozione sociale ideato dalla nostra associazione, in linea con quanto previsto dalla prima mission del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza basata sulla transizione digitale e che riguarda i temi della digitalizzazione, innovazione, competitività e cultura. Secondo il PNRR i Paesi dovranno dedicare almeno il 20% delle loro spese complessive alla digitalizzazione della PA e dello sviluppo dei servizi pubblici digitali, da qui l’idea di farci promotori di questo processo di innovazione che permetterebbe ai cittadini non solo di conoscere gli strumenti indispensabili per poter accedere ai servizi, ma anche di poterli gestire autonomamente.

“InformAperitivo” sarà realizzato grazie a volontari e operatori U.Di.Con. e prevede uno spazio dedicato ai consumatori in lidi oppure in prossimità delle spiagge, con l’obiettivo di fornire assistenza in materie consumeristiche, così che anche in vacanza i cittadini siano sempre informati. Nello specifico, “InformAperitivo” vuole fornire assistenza nei servizi che solitamente offriamo nelle nostre sedi, ma anche nella registrazione SPID, nuovo servizio della nostra associazione. Per rendere l’iniziativa accessibile a tutti, anche ai più giovani, abbiamo organizzato un quiz ludico-didattico al quale si accede inquadrando un codice QR. Calabria, Emilia Romagna, Puglia, Sicilia, Campania, Abruzzo, Marche, Liguria, Lazio, Lombardia e Piemonte, queste le regioni in cui sarà possibile trovare il nostro gazebo e, al fine di promuovere anche il Made in Italy e ovviamente prodotti di qualità a km zero, abbiamo coinvolto anche delle aziende locali che intratterranno i passanti con delle degustazioni.

“InformAperitivo” mira ad essere un momento di divertimento per grandi ma anche per i più piccoli, ma allo stesso tempo di formazione e informazione su un tema, quello della digitalizzazione, che mai come nell’ultimo anno si è rivelato fondamentale. L’Italia sta pian piano ripartendo, è ora di ripartire, allo stesso passo, tutti insieme!

Ago 2021

Altro in

Educazione finanziaria: la nostra indagine rivela dati allarmanti

Introdurre l'educazione finanziaria nelle scuole è un investimento nel futuro dei giovani e della società e fornirebbe gli strumenti giusti per prendere decisioni finanziarie più informate, ridurre le diseguaglianze, raggiungere una maggiore sicurezza economica e...

Scuola: caro-libri penalizza attività extrascolastiche

Per l’85% genitori precarietà docenti influisce sul rendimento degli studenti. Un terzo degli studenti non usufruisce di mense scolastiche Il rientro a scuola di quest’anno ha portato con sé un notevole aumento dei costi per le famiglie italiane, con gravi conseguenze...

Altro in

Educazione finanziaria: la nostra indagine rivela dati allarmanti

Introdurre l'educazione finanziaria nelle scuole è un investimento nel futuro dei giovani e della società e fornirebbe gli strumenti giusti per prendere decisioni finanziarie più informate, ridurre le diseguaglianze, raggiungere una maggiore sicurezza economica e...

Scuola: caro-libri penalizza attività extrascolastiche

Per l’85% genitori precarietà docenti influisce sul rendimento degli studenti. Un terzo degli studenti non usufruisce di mense scolastiche Il rientro a scuola di quest’anno ha portato con sé un notevole aumento dei costi per le famiglie italiane, con gravi conseguenze...